Edizione 2018

dal 23 al 28 ottobre 2018 – Teatro dal Verme – Milano


Daria Pesce
Presidente

Carlo Cinque
Vice Presidente – Coordinatore Generale

Sabino Lenoci
Direttore Artistico – Direttore rivista “L’Opera”

Michele Spotti
Direttore d’orchestra

Mattia L. Palma

presentatore

Maestri Dragan Babic e Maria Silvana Pavan
Pianisti accompagnatori

Giuria

Sabino Lenoci
Presidente

Tony Gradsak

Responsabile Compagnie di canto Teatro alla Scala di Milano

Paolo Gavazzeni

Direttore Artistico Sky Classica

Claudio Orazi

Sovrintendente Fondazione Teatro Lirico di Cagliari

Dominique Meyer

Sovrintendente Staatsoper di Vienna

Christina Scheppelmann

Sovrintendente Teatro Liceu di Barcellona

Cristina Muti Mazzavillani

Direttrice Ravenna Festival

Vincitori

Primo classificato: Raffaele Abete (tenore)
Secondi classificati ex aequo: Riccardo A. Strano (controtenore) e Bum Joo Lee (tenore)
Terzo classificato: Luca Galli (baritono)

Premio “Giovane Talento Maschile”: Paolo Antonio Nevi (tenore)
Premio “Giovane Talento Femminile”: Floriana Cicio (soprano)

Premio “Vota la Voce”: Raffaele Abete (tenore)

Premio “Fondazione Luciano Pavarotti”: Paolo Antonio Nevi (tenore)


 Premi speciali


Comitato ospite

Tony Gradsak
Responsabile Compagnie di canto Teatro alla Scala di Milano

Paolo Gavazzeni
Direttore Artistico Sky Classica

Claudio Orazi
Sovrintendente Fondazione Teatro Lirico di Cagliari

Dominique Meyer
Sovrintendente Staatsoper di Vienna

Christina Scheppelmann
Sovrintendente Teatro Liceu di Barcellona

Cristina Muti Mazzavillani
Direttrice Ravenna Festival


A conquistare giuria e pubblico è stato il tenore partenopeo Raffaele Abete (34 anni) che con l’aria “Ella mi fu rapita” tratta dal Rigoletto di Giuseppe Verdi si è aggiudicato il Primo premio e il “Premio popolare Vota la Voce”.

Al secondo posto ex aequo il controtenore catanese Riccardo A. Strano (30 anni) e il tenore sudcoreano Bum Joo Lee (32 anni) che hanno rispettivamente eseguito “Venti, turbini” dal Rinaldo di Händel e “Celeste Aida” dall’Aida di Verdi.

Al terzo posto il baritono Luca Galli (24 anni) che ha convinto la giuria con una ammirevole esecuzione de “Madamina il catalogo è questo” tratta dal Don Giovanni di Mozart.

Il “Premio Giovane Talento Maschile” è andato invece al tenore Paolo Antonio Nevi (21 anni) che porta a casa anche il “Premio Fondazione Luciano Pavarotti” assegnato su giudizio di Nicoletta Mantovani.

Unica donna vincitrice è stata il soprano Floriana Cicio (20 anni) che con “Quel guardo il cavalier” dal Don Pasquale di Gaetano Donizetti si è aggiudicata il “Premio Giovane Talento Femminile”.

Agli altri finalisti (Chiara Tirotta, Anna Tverdova, Veronica Granatiero, Daniele Terenzi e Anibal Mancini) sono andate menzioni speciali e segnalazioni per audizioni da parte del comitato ospite così composto: Anna Maria Meo (Direttore Artistico Teatro Regio di Parma), Pierangelo Conte (Casting manager Teatro Maggio Musicale Fiorentino), William Graziosi (Sovrintendente Teatro Regio di Torino), Chiara Cattaneo (Casting Consulter Stage Entertainment International – Disney).

Nella seconda parte della serata si sono esibiti, con grande partecipazione del pubblico, quattro ospiti d’eccezione: Nana Miriani, Mattia Olivieri, Raffaele Pe e Ivan Ayon-Rivas. Questi ultimi due sono entrambi vincitori di scorse edizioni del Premio oggi in carriera internazionale.


Foto gallery


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi